Una guida alle tappe imperdibili del centro del Vietnam

Se pensiamo a cosa vedere nel Vietnam centrale ci vengono in mente dozzine di posti spettacolari. Viaggiare attraverso il centro del Vietnam significa poter attraversare i luoghi che più hanno caratterizzato la storia millenaria del Paese. Il Vietnam centrale è infatti la terra dell’antica civiltà Champa, della capitale imperiale Hué ed anche della Zona Demilitarizzata – posta lungo il confine fra i due Vietnam e teatro di durissimi scontri durante la lunga guerra di liberazione dall’occupazione statunitense.

Si tratta di una regione che vanta anche una grande varietà di paesaggi: su tutti, il Parco Nazionale di Phong Nha-Ke Bang, nel quale si possono ammirare tre immensi sistemi di grotte. Non possiamo dimenticare le belle spiagge, le baie e le isole poco distanti dalla terraferma. Ciò rende il centro del Vietnam una meta imperdibile anche per viaggi molto brevi.

Il Vietnam centrale: caratteristiche e periodo migliore

Tradizionalmente le guide turistiche considerano come Vietnam centrale soltanto l’area compresa tra Hue e Qui Nhon. Ciò è dovuto essenzialmente al fatto che sono queste le zone più visitate della regione. In realtà, il Vietnam centrale è di gran lunga più esteso. Si compone di tre regioni amministrative: la costa centro-settentrionale (Bắc Trung Bộ), la costa centro-meridionale (Duyên hải Nam Trung Bộ) e gli altopiani centrali (Tây Nguyên). La regione centrale del Vietnam confina a ovest con il Laos e, più a sud, con la Cambogia. Si affaccia sul Mare Orientale ad est, un tratto nel quale sono presenti un grandissimo numero di isole. Alla pianeggiante fascia costiera si contrappongono delle alture nella parte più interna, con zone collinari e montagne alte anche oltre 2.000 metri.

Per quanto riguarda la cucina, la tradizione culinaria di Hue presenta cibi altamente decorativi e colorati, che riflettono l’influenza dell’antica cucina reale vietnamita. La cucina della regione si distingue anche per i suoi pasti sofisticati composti da molti piatti complessi serviti in piccole porzioni. Alcuni dei piatti più famosi sono il bún bò Huế e il bánh khoái. Buôn Ma Thuột, negli altopiani centrali, è il paradiso del caffè.

Per quanto riguarda il clima, questo è subtropicale nella parte settentrionale, mentre acquista un carattere più tropicale man mano che si scende verso sud. Il periodo migliore per visitare il Vietnam centrale è quello a cavallo di inverno e primavera, fra gennaio e maggio. Il periodo migliore della stagione balneare va da aprile ad agosto.

Per approfondire:
Quando andare in Vietnam? Una guida mese per meseLe cose da sapere per organizzare un viaggio in VietnamLe guide turistiche ed i libri di viaggio

Vietnam centrale: cosa vedere assolutamente

Il centro del Vietnam riserva tante sorprese: spiagge e alture, metropoli e villaggi, grotte e testimonianze della Storia antica e recente. Per chi ha a disposizione molto tempo, le cose da vedere nel Vietnam centrale sono davvero tante. Le distanze, poi, non sono un grande problema quando si tratta di mettere a punto un itinerario lungo le coste del centro del Vietnam. Il discorso cambia notevolmente se ci si vuole spingere nelle regioni più interne degli altipiani centrali.

Leggi anche:
La cultura del gong negli altopiani del VietnamL’arte di non essere governati: una storia anarchica degli altopiani del Sud-est asiatico My Son in Vietnam: il santuario patrimonio dell’UNESCO

Chi ha poco tempo a disposizione da trascorrere nella zona centrale del Paese o chi viaggia per la prima volta in Vietnam può tranquillamente “accontentarsi” delle tappe fondamentali senza rinunciare a delle tappe fantastiche. Le tre cose da vedere assolutamente nel Vietnam centrale sono Hue, Hoi An e Da Nang. Per chi visita il centro del Vietnam per la prima volta, andiamo a scoprire più a fondo quelle che noi riteniamo le tappe imperdibili.

Lonely Planet - Vietnam guida aggiornata al 2022

Hue

Antica capitale imperiale del paese, Hue è oggi una meta immancabile in un tour di queste terre. Hue sorge sulle rive del Fiume dei Profumi (sông Hương) e ospita l'antica cittadella nel cui cuore ancora oggi si trova il Palazzo Imperiale, anche noto come la Città Proibita (Tử Cấm Thành). Qui è possibile ammirare sontuose architetture, testimonianza dell'antico splendore di questa città, come quella della Porta Ngọ Môn o della Torre della Bandiera. 

Lungo il Fiume dei Profumi è possibile ammirare tutta la bellezza della Pagoda Thiên Mụ spingendosi fino alle monumentali tombe imperiali. Dal 1993 il complesso dei monumenti di Huế è riconosciuto "Patrimonio dell'umanità" dall'UNESCO. 

cittadella imperiale di Thang Long a Hanoi

Hue è anche il paradiso gastronomico del Vietnam: la città vanta una cucina ricca e sofisticata. La cucina locale Hue non è solo deliziosa, ma contiene anche l’identità culturale di questa terra millenaria. La cucina di Hue infatti conserva tutt’oggi l’influenza della gastronomia reale, e per questo motivo molto variegata negli ingredienti e ricercata nella presentazione dei piatti.

Per approfondire:
Il complesso del monumenti di HueBun Bo Hue: la zuppa dell’antica città imperiale vietnamita

baia di Halong in Vietnam

Hoi An

La cittadina di Hoi An è una tappa imperdibile quando si visita il centro del Vietnam. Antico villaggio di pescatori, è stato per secoli uno dei più importanti porti dell’area. Oggi, questo pittoresco centro urbano è un luogo perfetto per chi desidera immergersi nella vita della popolazione locale: dagli affascinanti caseggiati che affacciano sulle acque del porto, alle piccole stradine dei quartieri interni, ricche di bancarelle e negozietti in cui dedicarsi all'acquisto di souvenir.

cittadella imperiale di Thang Long a Hanoi

Tra i siti da esplorare durante una visita di Hoi An, spicca il grande Ponte coperto giapponese (Chua Cau), l'unico al mondo con un tempio buddhista al suo interno. Il centro storico è patrimonio dell'umanità dell'UNESCO dal 1999.

Per approfondire:
Hoi An, la città delle lanterne patrimonio UNESCOCao Lau: i noodles vietnamiti tipici di Hoi An

baia di Halong in Vietnam

Da Nang

Da Nang è la città più importante del Vietnam centrale e la quinta del Paese per numero di abitanti. È una città in crescita non solo dal punto di vista demografico ma anche in campo economico, culturale e turistico.  Si trova lungo la ferrovia principale del Vietnam e possiede uno dei più importanti aeroporti del Paese. Per questo motivo, fare tappa a Da Nang è strategico per chi vuole raggiungere le altre zone della regione, sia quelle mediamente turistiche sia quelle fuori dal circuito del turismo di massa.

cittadella imperiale di Thang Long a Hanoi

Giovane e attiva, Da Nang è una città dove si può davvero ammirare tutta la voglia di emergere del popolo vietnamita. Accanto a vecchi edifici e templi sono stati costruiti di recente diversi palazzi e grattacieli moderni, inclusi alcuni ponti sul fiume Han dalla struttura avveniristica ed innovativa, che fanno di Da Nang una delle città più all’avanguardia del Vietnam. 

Per approfondire:
Aeroporti del Vietnam: una guida per turisti italiani

Leggi anche:
Quando andare in Vietnam? Una guida mese per meseLe cose da sapere per organizzare un viaggio in VietnamLe guide turistiche ed i libri di viaggio

Ti potrebbe piacere:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.