Loading...
destinazioni

Hoi An, la città delle lanterne patrimonio UNESCO

la città di Hoi An, in Vietnam, vista dal fiume

C’è stato un tempo in cui Hoi An era un vivace porto commerciale nel quale arrivavano mercanti provenienti da oltreoceano. Tra il 1400 ed il 1800 cinesi, giapponesi ed europei si stabilirono lungo le sponde del tortuoso fiume Thu Bon. Oggi, questa antica città è conservata come patrimonio culturale dell’UNESCO.

Hoi An

La fusione di influenze culturali differenti si manifesta a Hoi An nelle sue stradine. Le botteghe si alternano a case antiche, tutte impreziosite da tetti con tegole decorate con motivi in legno. Poco più in là dal fiume si trovano antiche pagode, un mercato all’aperto ed un ponte di legno che un tempo collegava le comunità giapponesi e cinesi della città. Hoi An offre il meglio di sé quando cala il sole e le strade si illuminano alla luce di migliaia di lanterne. In questo breve articolo, ti mostriamo questo gioiello del Vietnam.

Hoi An

Hoi An, l’antica città vietnamita patrimonio dell’umanità

L’antica città di Hoi An si trova nella provincia centrale di Quang Nam, in Vietnam. Si estende su una superficie che non raggiunge il mezzo chilometro quadrato, sulla riva nord del fiume Thu Bon, in prossimità della sua foce. È un esempio eccezionalmente ben conservato di un porto commerciale su piccola scala attivo dal Quindicesimo al Diciannovesimo secolo che attirava mercanti di paesi del Sud-est asiatico, dell’Asia orientale e del resto del mondo. Il suo declino nel tardo 1800 ha fatto sì che la città non mutasse rapidamente, conservando così in larga parte il suo tessuto urbano tradizionale.

Hoi An

Leggi anche:
I siti UNESCO patrimonio dell’umanità in Vietnam

La città è il risultato della fusione di culture locali e straniere (principalmente cinesi e giapponesi con successive influenze europee) che si sono combinate per produrre questo ambiente unico.

Hoi An è composta da 1.107 edifici costruiti tutti con una struttura in legno: tra questi, monumenti architettonici, botteghe, abitazioni ed edifici religiosi come pagode e case di culto. Le componenti in legno sono spesso scolpite con motivi tradizionali che impreziosiscono l’architettura.

Hoi An

Gli edifici sono disposti fianco a fianco in file strette e ininterrotte lungo stradine pedonali. Le case di Hoi An sono uno dei pochi esempi così vistosi di abitazioni tradizionali urbane del Vietnam. La conformazione urbana è ancora quella di quando la città di Hoi An era un porto fiorente, ovvero con una griglia di strade con un asse che corre parallelo al fiume e l’altro asse di strade e vicoli disposti ad angolo retto rispetto ad esso. In genere, gli edifici delle botteghe hanno sia un ingresso sulle strade, per permettere un comodo accesso ai clienti, sia sul lato posteriore, che si affaccia sul fiume consentendo un facile carico e scarico delle merci dalle imbarcazioni

Hoi An, Vietnam

Leggi anche:
Le lanterne degli artigiani vietnamiti di Hoi An

Come arrivare a Hoi An

Hoi An non dispone di un aeroporto e non ha neanche una stazione ferroviaria. L’unico modo per arrivarci è su strada. La città più vicina è Da Nang, raggiungibile anche in treno o in aereo. Dalla città di Da Nang puoi raggiungere Hoi An in taxi o usufruendo dei numerosi servizi di autobus.

Hoi An

Costo d’ingresso

Il biglietto d’ingresso alla città di Hoi An costa 120.000 VND a persona (meno di 5 euro, puoi consultare questa pagina per un calcolo esatto del cambio di oggi). Il ricavo è destinato al mantenimento ed alla conservazione della città, che è iscritta nella lista dei Patrimoni dell’Umanità UNESCO dal 1999.

Hoi An at night

Il biglietto è obbligatorio per l’ingresso nel centro storico perché consente l’accesso a piedi a tutte le strade del quartiere della città e l’ingresso a una serie di edifici storici, musei e spettacoli teatrali. Nello specifico, ogni biglietto ti consente di accedere a cinque luoghi turistici. In teoria, ad ogni ingresso in un sito di interesse (come il ponte giapponese, le pagode ed i musei) il biglietto viene punzonato. Al termine delle cinque visite è necessario acquistare un nuovo biglietto. Tuttavia, non è infrequente che talvolta i biglietto all’ingresso non siano controllati, dando così l’opportunità di fare visite aggiuntive.

Altri siti UNESCO in Vietnam di cui abbiamo scritto:

Altri articoli potrebbero interessarti nella sezione Info di viaggio di TuttoVietnam


Unisciti ora al canale Telegram

Iscriviti alla newsletter mensile

Ogni mese riceverai una selezione dei migliori articoli usciti sul sito.
Puoi cancellarti in qualunque momento. Guarda un esempio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Contenuti da non perdere
Alberto Angela racconta il Mekong a Passaggio a Nord-Ovest
visto per il vietnam
visto vietnam aeroporto
feltrinelli rough guides vietnam 2018
ATM per prelevare denaro ATM in Vietnam