Da nord a sud, la costa vietnamita è costellata di isole. A nord, i famosi isolotti calcarei della baia di Halong, ricoperti di giungla (e molte altre baie altrettanto affascinanti) abbelliscono il Golfo del Tonchino fino al confine nord-orientale con la Cina. Al largo della costa del Vietnam centrale, crateri vulcanici si innalzano dal Mare Orientale, formando isole aspre e di una bellezza assoluta. Nel sud del Vietnam, scintillanti arcipelaghi trovano posto nelle calme e miti acque della porzione vietnamita del Golfo di Thailandia. Il Vietnam ha migliaia di isole, centinaia delle quali sono abitate. Una manciata di queste isole sono già destinazioni turistiche conosciute, ma molte stanno solo ora emergendo come potenziali attrazioni, trovando lentamente spazio negli itinerari dei viaggiatori.

Le isole del Vietnam sono sicuramente il luogo perfetto per qualsiasi stile di viaggio, sia per chi è alla ricerca di una vacanza rilassante sia per chi preferisce un viaggio avventuroso.

Le isole imperdibili del Vietnam: indice

Cat Ba
Con Dao
Phu Quoc
Co To
Ly Son
Cu Lao Cham
Tam Hai
Dao Be
Hon Tre
Binh Ba
Phu Quy
Nam Du
Arcipelago di Ba Lua
Hon Son
Isole dei Pirati

Le isole più famose del Vietnam

L’isola di Cat Ba, oltre la Baia di Halong

  • Dove si trova: Vietnam settentrionale
  • Miglior periodo: da marzo ad aprile e da settembre a ottobre 
  • Come arrivare: con bus da Hanoi per Hai Phong o Ha Long, e poi con battelli veloci e traghetti 

Situata nel Golfo del Tonchino, al largo della costa nord-orientale del Vietnam, l’isola di Cat Ba è una delle principali attrazioni naturali del paese: una destinazione di viaggio preferita sia dai turisti stranieri che dai vietnamiti. Parte della famosa baia di Halong, Cat Ba è un’isola grande, verde e aspra, la maggior parte della quale appartiene a un parco nazionale. La sua spettacolare costa è frastagliata con una miriade di baie, calette e scogliere. L’interno dell’isola è invece una foresta di carsici calcarei, le cui cime appuntite sono ricoperte da una fitta giungla, che riecheggia i suoni di insetti e animali. Cat Ba è un’isola bellissima e c’è molto da vedere e da fare, tra cui arrampicata, escursionismo e gite in barca. Tuttavia, fare kayak sull’acqua color smeraldo della baia è di gran lunga l’attività preferita dai visitatori.

L’isola di Con Dao, piccolo paradiso tropicale

  • Dove si trova: Vietnam meridionale, costa sud-est
  • Miglior periodo: da novembre a febbraio
  • Come arrivare: con voli giornalieri da Ho Chi Minh City, oppure con battelli veloci giornalieri da Vung Tau e dal delta del Mekong

Le isole Con Dao sono un luogo straordinario. Con Dao è un arcipelago di 16 piccole isole della costa meridionale del Vietnam, la maggior parte delle quali sono disabitate. Si potrebbe definire l’arcipelago di Con Dao come uno dei polmoni del Vietnam: la sua superficie è infatti ricoperta per gran parte da foreste vergini, punta di diamante del Parco Nazionale. Per gli amanti della natura e dello snorkeling, le sue acque sono un vero e proprio paese dei balocchi: la barriera corallina offre colori ed emozioni uniche, ma avvistare un dugongo sarà certamente l’esperienza più magica da poter fare in questo luogo! 

Per una tragica ironia, in questo arcipelago paradisiaco c’è un luogo conosciuto come “inferno in terra”: l’isola è stata infatti una prigione teatro di alcune delle più atroci barbarie contro l’umanità. La struttura fu costruita dai colonialisti francesi nel 1861 e, durante i combattimenti, venne utilizzata dal Vietnam del Sud per imprigionare e torturare i prigionieri di guerra. L’atmosfera di questo luogo contrasta enormemente con la pace che si respira fuori, ma una visita è necessaria per poter avere una visione più completa di quanto successo nel passato: ricordare serve a impedire che certe cose possano succedere di nuovo.

L’isola di Phu Quoc, la perla del Vietnam meridionale

  • Dove si trova: Vietnam meridionale, costa sud-ovest
  • Miglior periodo: da ottobre a maggio
  • Come arrivare: con voli nazionali e internazionali, oppure con traghetti giornalieri da Ha Tien e Rach Gia

Con dozzine di lunghe spiagge sabbiose, Phu Quoc è l’isola più grande del Vietnam e sta rapidamente diventando la principale destinazione balneare del paese. Infrastrutture potenziate, tra cui un aeroporto internazionale, e numerosi collegamenti in traghetto con la terraferma hanno aperto l’accesso a un numero sempre maggiore di spiagge di Phu Quoc, per non parlare dei suoi interni lussureggianti e incantevoli. Phu Quoc è perfetta per le vacanze di Natale: i suoi cieli sono limpidi e soleggiati da novembre a marzo, rendendo questi i mesi migliori per distendersi sulle bellissime spiagge dell’isola. 

Sull’isola si sta costruendo molto per poter servire tutti i turisti che affollano regolarmente le sue coste sabbiose e le acque azzurre. La parte meridionale di Phu Quoc può essere gremita di turisti, ma ci sono molte belle spiagge nel nord che sono ancora tranquille, belle e relativamente incontaminate dal turismo di massa. 

Un suggerimento: si dice che il miglior pepe nero e la miglior salsa di pesce del Vietnam provengano da Phú Quốc, quindi è bene farne scorsa quando si visita l’isola!

Le più belle isole del Vietnam fuori dal turismo di massa:

Co To

  • Dove si trova: Vietnam settentrionale
  • Miglior periodo: Da marzo ad aprile e da settembre a ottobre
  • Come arrivare: con un bus da Hanoi per Van Don, poi con un battello o un motoscafo veloce dal molo Cai Rong

Nella provincia di Quang Ninh, nel nord-est, l’isola di Co To è l’isola abitata più lontana dalla costa, la cui vetta più alta raggiunge i 170 metri. L’isola, che misura circa 47 chilometri quadrati, è circondata da un gruppo di 40-50 isole minori, tutte accessibili solo in barca. Co To conserva ancora le sue caratteristiche esotiche dal momento che i turisti vietnamiti sono pochissimi – per non parlare di quelli stranieri. Le cose più apprezzate da chi ci è stato sono le spiagge, le acque turchesi, le scogliere scoscese e le cene a base di grigliate di pesce e frutti di mare a prezzi assurdamente economici. 

Attenzione: a causa della presenza militare sull’isola è richiesto un permesso per tutti i viaggiatori stranieri che intendono soggiornarvi.

Ly Son

  • Dove si trova: Vietnam centrale
  • Miglior periodo: da marzo a settembre 
  • Come arrivare: battelli veloci giornalieri dal porto di Sa Ky, nella provincia di Quang Ngai

Molto prima di entrare nell’elenco delle isole più belle del Vietnam, l’unica isola nella provincia di Quảng Ngãi era conosciuta come “il regno dell’aglio”. Le eruzioni vulcaniche hanno lasciato Lý Sơn con un terreno fertile ideale per la coltivazione di aglio di alta qualità.

Oggi, imponenti scogliere frastagliate, acque turchesi brillanti e la natura incontaminata attirano molti viaggiatori in questa remota isola. Lý Sơn è composta da due piccole isole, Cù Lao Ré e An Bình. La qualità dell’acqua intorno all’isola di Ly Son è tra le migliori del Vietnam. Ma questa non è la tipica isola tropicale: Ly Son, infatti, non ha lunghe spiagge sabbiose lambite da palme da cocco. Quello che ha sono barriere coralline, mari cristallini, formazioni rocciose contorte, scogliere nere, viste affascinanti dalla cima del cratere e una delle spiagge più spettacolari del Vietnam.

Cu Lao Cham

  • Dove si trova: Vietnam centrale
  • Miglior periodo: da marzo a settembre 
  • Come arrivare: con i traghetti giornalieri da Hoi An

La visita alla città di Hoi An, celebre per le sue lanterne e il Ponte Giapponese, può essere l’occasione per avventurarsi sull’isola di Cham e sul suo arcipelago. Le otto isole Cham (alcune davvero minuscole) fanno parte di un Parco Marino protetto e sono riconosciute dall’Unesco come Riserva Mondiale della Biosfera. Foreste lussureggianti, ricca biodiversità, topografia montuosa e spiagge di finissima sabbia bianca sono tra le caratteristiche principali di questo vero e proprio gioiello naturale vietnamita. Gli appassionati di snorkeling ed immersioni non possono non fare tappa qui.

Tam Hai 

  • Dove si trova: Vietnam centrale
  • Miglior periodo: da marzo a settembre
  • Come arrivare: con traghetti giornalieri dal porto di Ky Ha

Tam Hai è un’isola alla foce del fiume Truong Giang, nella provincia di Quang Nam, nel Vietnam centrale. Il placido fiume scorre su entrambi i lati dell’isola, tagliando così Tam Hai dalla terraferma. L’isola conserva il proprio carattere, con feste e templi locali, un dialetto caratteristico e persino fauna selvatica, tra cui una popolazione di gatti leopardo. È facile, date le dimensioni, seguire in bici i vari sentieri che attraversano l’isola, perdendosi tra i campi coltivati fino a raggiungere i punti più isolati lungo la costa orientale. Qui il paesaggio è dominato da singolari scogliere modellate dal mare e dal vento, in un’atmosfera selvaggia a due passi dalla civiltà. A sud delle scogliere si trovano alcune interessanti rovine della civiltà Cham.

Dao Be 

  • Dove si trova: Vietnam centrale
  • Miglior periodo: da marzo a settembre
  • Come arrivare: con battelli veloci giornalieri dall’isola di Ly Son

Incantevole piccola isola al largo della costa centrale del Vietnam, Dao Be è una vera delizia. Ogni mattina, barche veloci portano i visitatori dall’isola più grande di Ly Son alla minuscola goccia nell’oceano che è Dao Be. L’isola è così piatta da sporgere a malapena dal mare, e così piccola che può essere “circumnavigata” a piedi in appena un’ora. Nonostante tutte le sue minuscole proporzioni, Dao Be è molto affascinante. La sabbia è bianca come il riso, il mare di un blu intenso e le rocce vulcaniche sono nere come il carbone. Aglio e arachidi sono le colture principali, ma crescono anche alberi da frutto tropicali, come palme da cocco e banani. C’è solo un insediamento sull’isola: un villaggio di case tozze e angolari in cemento, tagliate in due da vicoli sabbiosi, molti dei quali sono decorati con murales colorati.

Hon Tre

  • Dove si trova: Vietnam centrale
  • Miglior periodo: da marzo a settembre
  • Come arrivare: da Nha Trang

L’isola turistica di Hòn Tre a Nha Trang è diversa da tutte le altre del Vietnam presenti in questa lista. Hòn Tre è un complesso turistico completo di parco divertimenti, campi da golf e spa esclusive. Un luogo in cui la natura pittoresca del Vietnam incontra il tempo libero e l’intrattenimento di livello mondiale.

Con una corsa in funivia di 15 minuti si arriva dalla costiera di Nha Trang fino a Vinpearl Land, sull’isola. Qui ci si può divertire con i più piccoli sugli scivoli d’acqua, fare un giro sulle montagne russe oppure staccare la spina e rilassarsi in riva al mare con un trattamento termale.

Binh Ba

  • Dove si trova: Vietnam centrale
  • Miglior periodo: da marzo a settembre
  • Come arrivare: dal porto di Cam Ranh

Binh Ba si trova a 15 chilometri a sud di Nha Trang ed è semplice arrivarci dal porto di Cam Ranh. Quest’isola non è ancora così frequentata come Nha Trang, per cui è possibile godersi ampi spazi aperti, aria fresca, cibo vietnamita economico e delizioso e, naturalmente, spiagge affascinanti. 

Phu Quy 

  • Dove si trova: Vietnam meridionale, costa sud-est
  • Miglior periodo: da dicembre ad aprile
  • Come arrivare: con traghetti giornalieri veloci da Phan Thiet (Mui Ne)

Affascinante goccia di terra nel Mare Orientale, Phu Quy è un’isola fino a poco tempo fa praticamente sconosciuta. Solo di recente, infatti, ha aperto le sue porte a viaggiatori vietnamiti e stranieri. Phu Quy è un’isola verde che si eleva dolcemente su due picchi vulcanici. Nonostante si trovi a ben 120 chilometri dalla terraferma, è diventata rapidamente una meta turistica dei giovani vietnamiti. 

Attenzione: Poiché l’isola è ancora controllata dai militari, i viaggiatori stranieri devono ottenere un permesso per visitare Phu Quy – ma la procedura è davvero semplice e ne vale la pena!

Nam Du

  • Dove si trova: Vietnam meridionale, costa sud-ovest
  • Miglior periodo: da ottobre a maggio
  • Come arrivare: con barche veloci giornaliere da Phu Quoc oppure da Rach Gia, nel delta del Mekong

Quello di Nam Du è uno scintillante arcipelago di 19 piccole isole tropicali al largo della costa sud-occidentale del Vietnam. Fino a tempi molto recenti, i viaggiatori stranieri non potevano visitare queste isole, ma ora l’arcipelago Nam Du è aperto a turisti di ogni nazionalità. Nam Du rimane per ora una destinazione fuori dai sentieri battuti. La vita su quest’isola è spartana: il Wi-Fi è raro, la rete cellulare è alla buona e l’elettricità viene servita solo poche ore al giorno. Quello che se ne riceve in cambio è un’esperienza unica in uno degli arcipelaghi più suggestivi del sud-est asiatico. Ettari di foresta incontaminata e isole disabitate, sentieri che consentono di esplorarne l’interno in tutta sicurezza e spiagge all’altezza delle migliori aspettative. Un posto ideale per scoprire l’autentico Vietnam delle isole del sud.

Arcipelago di Ba Lua

  • Dove si trova: Vietnam meridionale, costa sud-ovest
  • Miglior periodo: da ottobre a maggio
  • Come arrivare: in battello da Ha Tien

Le 45 isole che compongono l’arcipelago di Ba Lua formano una baia di Ha Long in miniatura con le loro singolari formazioni calcaree che emergono dal mare e grotte a punteggiarne le coste. Le tre isole abitate principali sono quelle di Hon Heo, Hon Re e Hon Nhum, situate una decina di chilometri a sud della costa vietnamita. Tra le isole del Vietnam del sud, quelle che compongono l’arcipelago di Ban Lua costituiscono una meta ancora poco battuta dal turismo. Sono dunque particolarmente interessanti per chi è alla ricerca di luoghi meno esplorati. Le acque sono calme per gran parte dell’anno e nei periodi di bassa marea è possibile passare da un’isola all’altra semplicemente camminando lungo la costa sabbiosa.

Hon Son 

  • Dove si trova: Vietnam meridionale, costa sud-ovest
  • Miglior periodo: da ottobre a maggio
  • Come arrivare: con barche veloci giornaliere da Rach Gia, nel delta del Mekong

Adagiato nel Golfo della Thailandia, a poco più di un’ora di barca da Rach Gia nel delta del Mekong, Hon Son significa “Isola della montagna”. Ergendosi dal mare blu, giganteschi massi punteggiano i pendii inferiori costellati di palme mentre salgono ripidamente verso diverse cime ricoperte di giungla. È un’isola aspra ma verde ed eccezionalmente bella. Hon Son è un gioiello che è quanto più vicino si possa immaginare all’idea di un’isola tropicale. Hon Son è una destinazione per ora ancora fuori dai sentieri battuti (pochissimi viaggiatori stranieri la visitano)  e non c’è dubbio sul fascino dell’isola e dell’enorme potenziale turistico.

Isole dei pirati

  • Dove si trova: Vietnam meridionale, costa sud-ovest
  • Miglior periodo: da ottobre a maggio
  • Come arrivare: con traghetto giornaliero da Ha Tien
Vista aerea di onde che si infrangono sulla spiaggia.

L’arcipelago di Hai Tac (che in vietnamita significa “pirata”) è un gruppo di sedici piccole isole che solo di recente sono state aperte ai viaggiatori stranieri. Adagiate nel Golfo di Thailandia, appena al largo della costa sud-occidentale del Vietnam, le isole hanno questo nome perché  per secoli hanno fornito rifugio ai pirati, che stavano in agguato nelle baie rocciose, pronti ad attaccare le navi mercantili che percorrevano la redditizia rotta commerciale del sud-est asiatico.

Vista aerea di onde che si infrangono sulla spiaggia.

Oggi, le Isole dei Pirati hanno un fascino selvaggio e spartano: l’elettricità è limitata, gli alloggi sono alla buona, la popolazione è di appena 2000 abitanti che risiedono nei quattro piccoli villaggi di pescatori e il paesaggio è relativamente incontaminato. 

Ti potrebbe piacere:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.