Le Teche Rai propongono su RaiPlay un’antologia di reportage e servizi d’archivio dal titolo “Vietnam, la prima guerra in TV”. La raccolta è un omaggio a una grande stagione del giornalismo Rai. Il racconto è infatti affidato al meglio del giornalismo Rai degli anni ’60 e ’70, espresso da storiche rubriche d’approfondimento come “Tv7” nonché da inviati d’eccezione, tra i quali Piero Angela, Furio Colombo, Sandro Paternostro.

La guerra in Vietnam fu un conflitto nel quale per la prima volta la televisione rappresentò la principale fonte d’informazione a livello mondiale. Il conflitto nel Sud-est asiatico è stato forse il banco di prova più significativo per i mass media nella seconda metà del ‘900. Come disse Marshall McLuhan:

“La televisione porta la brutalità della guerra nel comfort del salotto. Il Vietnam è stato perduto nei salotti d’America, non sui campi di battaglia del Vietnam”.

La televisione, in particolare dopo il 1968, documentò la breccia aperta nel consenso americano. Portò, con immagini non edulcorate, la crudeltà della guerra dentro le case delle famiglie americane, causando la disillusione nei confronti delle istituzioni e favorendo in parte della popolazione l’antimilitarismo.

Il ruolo della televisione nella guerra in Vietnam

L’eco mondiale di questo lunghissimo, estenuante conflitto è legata appunto al ruolo coperto per la prima volta dalla televisione come principale fonte d’informazione per la grandissima maggioranza delle persone, per molte delle quali il divenire spettatori di eventi così lontani – ma dall’impatto sconvolgente – ha segnato una presa di coscienza rispetto alla realtà della guerra e della politica. 

👉 Se ti interessa approfondire l’argomento della guerra in Vietnam, consulta la nostra lista dei libri consigliati 📚

Questo è stato vero anche in Italia, in misura non trascurabile grazie al lavoro degli inviati della televisione pubblica: inchieste e reportage straordinari come “I bambini di Bien Hoa” di Furio Colombo, o “Vietnam: aspettando la pace” di Piero Angela, senza dimenticare gli approfondimenti dalle trasmissioni “Prima pagina”, “Spazio” e “Stasera” e gli altri servizi realizzati da nomi quali Sandro Paternostro, Aldo Rizzo e Roberto Morrione.

Le Teche Rai propongono su RaiPlay l’antologia di reportage e servizi d’archivio sulla guerra in Vietnam. Guardala ora: Vietnam, la prima guerra in TV

Ti potrebbe piacere:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.