Sebbene non lo sia ufficialmente, tuttavia molti vietnamiti considerano il bufalo l’animale nazionale del Vietnam. Infatti, il bufalo svolge un ruolo importante nell’economia e nella storia agraria del Vietnam, oltre ad essere un simbolo nella cultura vietnamita. In Vietnam i bufali d’acqua sono spesso il bene più prezioso dei contadini più poveri. Estremamente preziosi e rispettati, i bufali sono spesso trattati come membri della famiglia stessa. Si stima che in Vietnam ci siano almeno 2,4 milioni di bufali, che fanno parte della specie del bufalo d’acqua o bufalo indiano (Bubalus bubalis).

Embed from Getty Images

Il bufalo nell’economia (rurale) del Vietnam

Il bufalo in Vietnam rappresenta una grande risorsa per arare le risaie e per trasportare persone e raccolti. Sebbene esistano tecnologie più avanzate che possono rendere più efficiente l’aratura, tuttavia tale automazione è ancora poco applicata in Vietnam. Ciò non è dovuto solo al costo proibitivo dei macchinari per un’economia rurale spesso di sussistenza. Infatti, bisogna anche considerare il fatto che, soprattutto nel Vietnam settentrionale, campi e risaie sono situati su colline o montagne, attraverso la tecnica della coltivazione a terrazza, ragion per cui la dimensione di ogni singolo campo è piuttosto piccola e solo i bufali riescono a lavorare lì. 

Embed from Getty Images

Gli agricoltori usano i bufali anche come animali da soma per trasportare carichi pesanti e i raccolti. Ma non solo: i bufali forniscono anche carne per l’alimentazione dell’uomo. In Vietnam la carne di bufalo è un ingrediente della cucina locale, soprattutto delle comunità rurali montane. Infine, le stesse comunità utilizzano anche la pelle conciata dei bufali per la realizzazione di una grande varietà di prodotti in cuoio

Embed from Getty Images

Il bufalo nella cucina vietnamita

In Vietnam, la carne di bufalo (“thịt trâu” in vietnamita) è considerata deliziosa e nutriente e ogni regione ha un modo diverso di prepararla. Tuttavia, la carne di bufalo non è molto diffusa a livello nazionale, dal momento che fa parte della tradizione culinaria di alcune comunità rurali. Le minoranze etniche del Vietnam nord-occidentale sono solite essiccare la carne di bufalo. La carne di bufalo affumicata è una specialità dell’etnia dei Thai neri. Condita con sale, peperoncino, zenzero e speciali semi aromatici di foresta chiamati “mac khen” e che crescono nelle montagne nord-occidentali del Vietnam, dopo essere stata marinata per un paio d’ore, la carne viene appesa in cucina e lasciata essiccare lentamente per un periodo tra gli otto mesi e un anno. Si tratta di una pietanza che viene offerta nelle occasioni speciali, per esempio per omaggiare gli ospiti o per festeggiare matrimoni o capodanni.

I vietnamiti che popolano le province centrali del Paese amano la carne di bufalo alla griglia, che viene preparata attraverso una particolare tecnica che prevede la cottura della carne marinata all’interno del bambù. 

Embed from Getty Images

Immancabilmente, fette di carne di bufalo vengono usate anche per comporre una versione molto speciale della tradizionale zuppa pho.

Il bufalo nella storia del Vietnam

Non molte persone sanno che i bufali hanno contribuito al successo delle lotte vietnamite contro gli invasori stranieri. In quanto abili animali da soma, i bufali non solo possono essere usati dagli agricoltori per caricare il raccolto, ma rappresentano anche un eccellente mezzo di trasporto per tragitti anche molto lunghi di difficile percorrenza.

Embed from Getty Images

Per questo motivo i bufali in Vietnam sono stati utilizzati anche per trasportare carichi di rifornimenti per i soldati vietnamiti in guerra. D’altronde, i bufali erano un mezzo di trasporto insospettabile e potevano procedere su strade impervie, attraversare ponti e fiumi e scalare colline ripide.

Embed from Getty Images

Il bufalo nella tradizione culturale vietnamita

Per il suo ruolo intrinsecamente connesso alla cultura del Paese, non sorprende il fatto che il bufalo appaia in modo ricorrente nella letteratura, nelle fiabe, nei proverbi, nei dipinti e nei film vietnamiti.  

Embed from Getty Images

La letteratura è piena di storie, miti e racconti fantastici in cui compaiono i bufali. Una famosa fiaba, “Il contadino, il bufalo e la tigre”, è nota ai bambini vietnamiti. Alcune storie popolari, trascritte e tramandate nella letteratura, spiegano perché, ad esempio, i bufali non abbiano denti nell’arcata superiore o perché non parlino più. Una storia popolare sostiene che il nome originale del lago dell’Ovest (Hồ Tây in Vietnamita) di Hanoi fosse “lago del bufalo d’oro” (Hồ Trâu Vàng) perché questo si era formato dalla lotta di un bufalo dopo la scomparsa del suo vitello.

Leggi anche:
Racconti fantastici dal Vietnam

Embed from Getty Images

Il bufalo ricorre in numerose rappresentazioni della tradizione Dong Ho. Tra i dipinti, è celebre quello del “Ragazzo che suona il flauto seduto sul bufalo”, oppure quello della rappresentazione della lotta tra bufali. Tra i film più rappresentativi vi è invece The Buffalo Boy (Mùa len trâu, 2004), scritto e diretto da Minh Nguyen-Vo, in cui si racconta la vita del contadini sul delta del Mekong. 

Il bufalo come oggetto di venerazione in Vietnam

L’importanza del bufalo nella vita dei contadini vietnamiti è tale per cui esso è anche comprensibilmente oggetto di culto. Ad esempio, la Mo khoan khoai è una cerimonia della minoranza etnica Lu nella provincia di Lai Chau per onorare i bufali. La cerimonia di adorazione del bufalo si tiene ogni anno dopo il raccolto per ringraziare il bufalo per aver aiutato gli agricoltori a svolgere il loro lavoro. Tenuta in un campo nei pressi del villaggio, alla Mo khoan khoai partecipano tutti gli abitanti. Dopo aver recitato le preghiere per chiedere il supporto delle divinità affinché assicurino una buona salute ai bufali, gli officianti offrono loro cibo e acqua in segno di gratitudine.

Embed from Getty Images

Il bufalo nello zodiaco vietnamita

Seguendo cicli di dodici anni, ogni Capodanno vietnamita segna l’inizio di un nuovo anno zodiacale, al quale è associato uno dei dodici animali. Gli animali dello zodiaco vietnamita sono, in ordine: topo (Tý), bufalo (Suu), tigre (Dan), gatto (Meo), drago (Thin), serpente (Ty), cavallo (Ngo), capra (Mui), scimmia (Than), gallo (Dau), cane (Tuat) e maiale (Hoi). Il bufalo è dunque il secondo segno animale dello zodiaco vietnamita. Per questo motivo, esso è il corrispettivo vietnamita del bue nello zodiaco cinese. 

Il 2021 è l’anno del Bufalo e dura dal 12 febbraio 2021 al 31 gennaio 2022

Secondo lo zodiaco vietnamita, ogni giorno le ore propizie per il bufalo sono dall’una alle tre del mattino.

Leggi anche:
Il Capodanno vietnamita, spiegato bene.

Gli anni del Bufalo più recenti sono stati il 1961, il 1973, il 1985, il 1997 ed il 2009: se tra questi c’è il tuo anno di nascita, significa che il tuo segno zodiacale vietnamita è proprio il Bufalo. 

I vietnamiti pensano che le persone nate sotto il segno del Bufalo possiedano le caratteristiche dell’animale: operoso, paziente, diligente e affidabile, forte e risoluto ma talvolta anche testardo.

Personaggi famosi

Sei nato nell’Anno del Bufalo? Significa che condividi questo segno con persone come Paola Cortellesi, Walt Disney, Barack Obama, Filippo Inzaghi, Dustin Hoffman, Miriam Leone, Cristiano Ronaldo, Eddie Murphy, Vincent van Gogh e Bebe Vio.

Ti potrebbe piacere: