Loading...
Cultura

Perché la lingua vietnamita è più facile di quel che credi

Il vietnamita è una lingua complessa? Secondo i vietnamiti, la loro lingua è impossibile da imparare ed infatti ogni occasione è buona per dire con un certo orgoglio a noi stranieri che sì, “tiếng Việt khó!” (il vietnamita è difficile!). Ma è davvero così? Certo, con sei toni da destreggiare e qualche strana vocale che non abbiamo nella lingua italiana, la pronuncia è un aspetto della lingua vietnamita che può metterci in difficoltà. Il lato positivo di questa faccenda, però, è che al di là della pronuncia ogni altro aspetto di questa lingua è in realtà estremamente semplice – soprattutto se confrontato con una lingua così complessa come la nostra e con le altre lingue europee. Non sei convinto? Ecco 8 punti che dimostrano perché la lingua vietnamita è più facile di quello che credi:

1. Non serve imparare un nuovo alfabeto

Credi che il vietnamita si scriva con quegli strani caratteritipici di lingue come il cinese, il giapponese, il coreano, il thailandese o l’hindi? Nulla di più sbagliato! Nella loro storia i vietnamiti hanno utilizzato il sistema di scrittura Chữ Nôm che graficamente ricorda quelli cinesi. Tuttavia il Chữ Nôm è diventato di fatto lingua morta ad inizio Novecento, nel momento in cui è stato ufficialmente soppiantato dall’attuale sistema di scrittura (chiamato Quốc Ngữ) introdotto durante il periodo coloniale francese. Il Quốc Ngữ è basato sull’alfabeto latino – lo stesso che usiamo noi – con la sola aggiunta di alcuni digrafi ed “accenti” (si tratta più propriamente di segni diacritici) per creare suoni aggiuntivi e per indicare i toni.

2. Non esistono generi grammaticali

L’italiano distingue due generi grammaticali: il maschile ed il femminile. Come nel caso di altre lingue europee, anche in italiano il genere di un sostantivo si può formare in modo irregolare o illogico (ad esempio: in italiano il fiore è maschile, ma in francese la fleur è femminile!). In vietnamita, invece, il concetto di genere grammaticale semplicemente non esiste: puoi dunque imparare una parola così com’è, senza ulteriori regole ed eccezioni da ricordare.

3. Non bisogna imparare il plurale dei sostantivi

In italiano, nella maggior parte dei casi, i nomi formano il plurale cambiando la desinenza del singolare – secondo regole diverse anche a seconda se sono maschili o femminili. Alcuni nomi hanno diverse forme di plurale con significati differenti; altri hanno un’unica forma per il plurale e per il singolare; altri ancora, infine, sono privi del plurale. E in vietnamita? In vietnamita una parola resta uguale sia se è intesa al singolare sia se al plurale. La parola người può significare persona o persone, nhà può significare casa oppure case, e così via. Se proprio hai bisogno di essere più specifico, basta aggiungere una parola che possa indicare una quantità: một người, một nhà (una persona, una casa); nhũng người, nhũng nhà (alcune persone, alcune case); các người, các nhà (tutte le persone, tutte le case). Difficile?

4. Non ci sono verbi da coniugare

Io studio, tu studi, lui/lei studia, noi studiamo, voi studiate, loro studiano: chi studia italiano deve imparare sei forme diverse per poter utilizzare correttamente il verbo studiare… e stiamo parlando solo all’indicativo presente! In vietnamita no, non c’è nulla da coniugare: “studiare” si dice học e quindi io học, tu học, lui/lei học, noi học, voi học e loro học. Tutto qui.

5. I tempi verbali si imparano in cinque minuti

Per formare tutti i tempi verbali basta prendere il verbo (ad esempio học, studiare) e mettergli davanti una delle seguenti parole:

  • đã: per azioni passate
  • mới: per azioni del passato recente (più recente di đã)
  • đang: per azioni che si svolgono nell’esatto momento in cui si parla
  • sắp: per azioni che si stanno per svolgere nell’immediato futuro
  • sẽ: per azioni future

Quindi:

  • Tôi đã học: io ho studiato
  • Tôi mới học: io ho appena studiato
  • Tôi đang học: io sto studiando
  • Tôi sắp học: io sto per studiare
  • Tôi sẽ học: io studierò 

6. Il lessico vietnamita è molto logico

Anche se non padroneggi la lingua vietnamita, puoi arrivare con un semplice ragionamento a comprendere il significato delle parole perché queste sono molto descrittive e logiche. Un’alta percentuale del lessico vietnamita è formato dalla combinazione logica di due parole. Ad esempio, l’aereo è “macchina volante”, la bicicletta è un “veicolo a pedali”, dicembre è il “dodicesimo mese”, la zebra è un “cavallo a strisce” e così via.

7. La lingua vietnamita ha molte parole simili all’italiano

Incredibile ma vero: senza saperlo, già conosci varie parole che sono molto simili in vietnamita e in italiano. Com’è possibile? Si tratta di parole entrate nel lessico vietnamita a partire dal periodo coloniale francese.

Qualche esempio?

  • bít-tết             bistecca
  • buýt                bus
  • cà phê            caffè
  • ô tô                 auto
  • phim              film
  • va li                valigia
  • xà bông         sapone

8. I vietnamiti saranno molto contenti di aiutarti con il tuo studio

I vietnamiti sono molto orgogliosi della loro lingua e della cultura, e sono davvero contenti e generalmente molto sorpresi di vedere qualcuno che si sforza di impararle. Per questo, non esiteranno ad aiutarti con lo studio del vietnamita e a migliorare la pronuncia!


Unisciti ora al canale Telegram

Iscriviti alla newsletter mensile

Ogni mese riceverai una selezione dei migliori articoli usciti sul sito.
Puoi cancellarti in qualunque momento. Guarda un esempio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Contenuti da non perdere
Alberto Angela racconta il Mekong a Passaggio a Nord-Ovest
visto per il vietnam
visto vietnam aeroporto
feltrinelli rough guides vietnam 2018
ATM per prelevare denaro ATM in Vietnam