In Vietnam il tiro alla fune è un gioco popolare che viene praticato in numerosi festival tradizionali ed eventi di comunità. Nel 2015 l’UNESCO lo ha riconosciuto come patrimonio culturale immateriale dell’Umanità, che il Vietnam condivide con altri tre paesi asiatici con una tradizione simile. Vietnam, Cambogia, Corea del Sud e Filippine avevano infatti presentato una candidatura congiunta, sottolineando come questa tradizione svolgesse un ruolo di promozione del benessere e della prosperità delle comunità.

kéo co

I giochi di tiro alla fune sono presenti nelle culture di coltivazione del riso dell’Asia orientale e del sud-est asiatico come un modo per propiziare raccolti abbondanti. Questi giochi segnano l’inizio del ciclo agricolo e spesso iniziano con riti commemorativi alle divinità locali.

Thi keos co 194

Inoltre, quello del tiro alla fune è un gioco popolare che si tiene durante gli eventi sportivi per promuovere la sportività ed incoraggiare le persone a impegnarsi nell’esercizio fisico.

Keo co

La natura volutamente non competitiva dell’evento rimuove l’enfasi sul vincere o perdere. Al contrario, si afferma come questa tradizione promuova il benessere della comunità, ricordando ai partecipanti l’importanza della cooperazione. Gli anziani del villaggio svolgono un ruolo attivo nel guidare e nell’organizzare i giovani nel gioco e nei rituali che lo accompagnano. Rituali e giochi servono anche a rafforzare l’unità e la solidarietà e il senso di appartenenza e identità tra i membri della comunità.

Le caratteristiche del tiro alla fune in Vietnam

Kéo co...

In Vietnam il gioco del tiro alla fune si chiama kéo co ed è uno dei giochi tradizionali popolari del Paese. Si pratica soprattutto nel delta del fiume Rosso e nelle regioni del centro-nord, le culle dell’antica civiltà vietnamita. Negli ultimi anni, i giochi dl tiro alla fune di alcune province e città (tra cui Bac Ninh, Vinh Phuc e Hanoi) sono stati riconosciuti come patrimoni culturali immateriali nazionali. Questa tradizione è ben presente anche all’interno delle numerose minoranze etniche.

Sapa

Non esiste un’unica versione di tiro alla fune in Vietnam. Al contrario, ogni comunità gioca secondo le proprie regole, con caratteristiche che differiscono a seconda della tradizione e della cultura locali. In molte varianti del gioco, i giocatori tirano una fune di bambù o più corde intrecciate, stando in piedi o seduti. Nella società contemporanea, il tiro alla fune rimane un gioco popolare.

Festival Tug Of War

Tradizioni locali

Nel villaggio di Huu Chap, che si trova nella provincia settentrionale di Bac Ninh, il gioco del tiro alla fune è diventato un rituale ufficiale delle feste tradizionali. Le persone del villaggio impiegano mesi per prepararsi al gioco. Per le famiglie è un onore sia avere qualcuno che vi partecipa sia possedere gli alberi di bambù selezionati per il gioco. Secondo la tradizione, il gioco esiste da quattrocento anni e si svolge due volte l’anno.

Nel villaggio di Ngoc Tri, alla periferia di Hanoi, si svolge un tiro alla fune da seduti. Secondo la leggenda, una volta accadde che tutti i pozzi del villaggio erano asciutti tranne uno: quello che si trovava nella frazione dei Dia. Gli abitanti delle frazioni di Cho e Duong si recarono al pozzo per prendere l’acqua ma incontrarono la resistenza dei Dia. Per evitare di far cadere i secchi con la preziosa acqua, gli abitanti delle due fazioni si sedettero continuando a tirare le funi ciascuno dalla propria parte. Tradizione vuole che, per ricordare quell’episodio in cui, nonostante una rivalità interna, il villaggio cooperò comunque per salvare l’acqua, ogni anno dalle quindici alle ventiquattro persone per squadra si cimentino nella gara.

Nel villaggio di Tich Son, nella provincia di Vinh Phuc, il tiro alla fune si svolge il terzo giorno del primo mese lunare successivo al Tết, il capodanno vietnamita. Gli organizzatori dispongono la fune in direzione est-ovest, ricalcando la traiettoria del sole. Gli uomini più anziani stanno a est, i più giovani a ovest. Dopo tre partite si decreta chi ha vinto. Secondo la credenza popolare, se vince la squadra degli anziani gli abitanti del villaggio avranno raccolti eccezionali durante tutto l’anno. Pertanto, la squadra dei giovani spesso “si offre volontaria” per perdere.

Ti potrebbe piacere:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.