Nuove modifiche alle imposte e alle norme fiscali in Vietnam

asia

di: Dezan Shira & Associates

Lo scorso 6 aprile l’Assemblea Nazionale del Vietnam ha approvato alcune modifiche ad una serie di politiche fiscali di particolare rilevanza per coloro che hanno stabilito operazioni all’interno del Paese. Le modifiche coprono una vasta gamma di norme fiscali a cui è necessario prestare attenzione per evitare eventuali inadempienze.

In particolare, le norme oggetto di modifica includono l’imposta sul valore aggiunto (Value Added Tax, VAT), l’imposta speciale sui consumi (Special Consumption Tax, SCT) e l’amministrazione fiscale in generale. Le nuove norme entreranno in vigore il primo luglio a.c., mentre la presentazione di atti più specifici sarà effettuata nel corso dell’anno.

Amministrazione fiscale

I nuovi emendamenti alleggeriranno le sanzioni che incorrono a seguito di un pagamento delle imposte successivo alle scadenze previste dalla legislazione vietnamita corrente. Gli interessi di mora diminuiranno al solo 0,03 per cento al giorno (circa l’11 per cento l’anno).

In caso di obblighi pendenti con le autorità vietnamite accertati prima del primo luglio 2016, gli interessi a partire da quella data verranno calcolati con il nuovo tasso. Tuttavia, va sottolineato che il tasso non sarà applicato in modo retroattivo.

Imposta speciale sui consumi (SCT)

Le modifiche all’imposta speciale sui consumi si articolano in tre ambiti. Il primo di questi cambiamenti riguarda l’importazione di veicoli con meno di 24 posti a sedere. Le modifiche riguardano variazioni dei tassi specifici di capacità secondo cui i veicoli sono tassati.

La seconda area di intervento sulla SCT riguarda la produzione manifatturiera e il transfer pricing. Le nuove regole fissano dei prezzi minimi di vendita come mezzo per regolare le transazioni intra-aziendali. La determinazione dei prezzi si baserà su una percentuale del prezzo medio di vendita dei beni della società e sarà applicata alle transazioni tra soggetti tra i quali sussistono le seguenti relazioni:

  • Società che condividono la stessa casa madre;
  • Società madre e controllate;
  • Società che hanno rapporti con un’altra società (per esempio, uno dei principali azionisti della società A è un fornitore della società A).

L’ultima area di intervento delle modifiche sulla SCT riguarda l’importazione di beni in Vietnam. Dal primo luglio 2016, le imprese saranno soggette all’imposta speciale sui consumi sia al momento dell’importazione sia alla vendita. Tuttavia, per evitare un eccessivo onere fiscale, un meccanismo di deduzione viene applicato.

Imposta sul valore aggiunto

Estensione delle esenzioni

Le esenzioni dall’imposta sul valore aggiunto in Vietnam sono state estese ai seguenti ambiti:

  • Esportazioni il cui costo combinato di risorse naturali ed energia sia superiore al 51 per cento del valore della merce;
  • Servizi di assistenza relativi agli anziani o le persone con disabilità.

Alle esenzioni di cui sopra si aggiunge l’esenzione dell’imposta sul valore aggiunto a valle per la vendita di determinati beni semi-lavorati o non processati relativi alla coltivazione e all’acquacoltura.

Riduzione dei rimborsi

All’estensione delle esenzioni è accompagnata una contemporanea riduzione della possibilità per le imprese di richiedere rimborsi IVA. Per coloro che operano ed esportano dal Vietnam, si segnala che:

  • Non si potrà beneficiare di rimborsi dell’IVA assolta a monte per progetti di investimento nel settore manifatturiero successivi al primo luglio 2016 in cui il valore combinato delle risorse naturali ed energetiche superi il 51 per cento del costo totale del prodotto.

Non sarà possibile beneficiare di rimborsi IVA anche per:

  • Progetti di investimento in cui il capitale non sia stato pienamente versato;
  • Progetti di investimento in settori ristretti che non sono in regola con le più recenti normative.

Inoltre, si segnala che:

  • Le società che hanno accumulato un valore di VAT da rimborsare superiore ai dodici mesi non potranno richiederlo. Tale importo dovrà essere riportato negli esercizi fiscali successivi;
  • Nell’ambito delle esportazioni, la possibilità di accedere al rimborso IVA prima della verifica fiscale (secondo il programma“VAT refund first, tax audit later”) sarà limitato ai soggetti in regola da almeno due anni con le autorità doganali e fiscali e che non sono considerati a rischio dalle stesse.

Come ottimizzare la propria posizione fiscale in Vietnam

Si prevede che nei prossimi anni il sistema fiscale vietnamita sarà oggetto di nuove e continue modifiche poiché, anche attraverso queste, le autorità statali intendono attrarre ulteriori investimenti e promuovere una crescita sostenibile dell’economia. Ne consegue che chi sarà in grado di adattarsi a queste condizioni potrà approfittare efficientemente dei vantaggi offerti dal Vietnam, come il basso costo del lavoro e il numero crescente di accordi commerciali internazionali. Attraverso un team di professionisti fiscali con decenni di esperienza in Vietnam, Dezan Shira & Associates è in grado di assistere le società straniere nella comprensione e nell’ottemperanza delle adempienze fiscali. Per ulteriori informazioni su come una società può beneficiare delle modifiche fiscali introdotte in questo articolo, invitiamo a mettersi in contatto con i nostri professionisti fiscali scrivendo a vietnam@dezshira.com o tramite il sito on-line www.dezshira.com


L’autore:

Asia Briefing Ltd. è una controllata di Dezan Shira & Associates. Dezan Shira & Associates è una società di consulenza specializzata nell’assistenza agli investimenti diretti esteri per le società che intendono stabilire, mantenere e far crescere le loro operazioni in Asia. I nostri servizi includono consulenza legale e strategica all’investimento, costituzione e registrazioni societarie, tenuta contabile con redazione di bilanci periodici ed annuali, consulenza fiscale e finanziaria, due diligence, revisione contabile, gestione tesoreria, libri paga e personale, transfer pricing, consulenza IT, sistemi gestionali, deposito marchi e servizio visti. Per maggiori informazioni vi invitiamo a contattarci al seguente indirizzo: italiandesk@dezshira.com o a visitare il nostro sito: www.dezshira.com.